Progetti della Scuola secondaria di 1°  “Don Milani” per l’Anno Scolastico 2018/2019

Il progetto, portato avanti ormai da molti anni, ha come finalità il contrasto dei fenomeni di prepotenza sistematica fra gli alunni a danno dei più deboli, favorendo lo scambio di informazioni e opinioni in merito.

Le molteplici attività, sotto la supervisione degli insegnanti, sono guidate sia da una psicologa dell’Educatorio della Provvidenza di Torino, sia da agenti della Polizia Municipale di Chieri, che conoscono da vicino la situazione del territorio, le dinamiche giovanili e le conseguenze delle violenze sui soggetti più deboli.
La presenza di agenti in divisa vuole aumentare la fiducia nelle istituzioni, mostrando ai ragazzi come le forze dell’ordine siano al servizio del  cittadino non solo per sanzionarli, ma soprattutto per tutelarli.

La Scuola di Primo Grado Don Milani di Pecetto propone ogni anno agli  alunni di tutte le classi spettacoli e laboratori di Teatro in Lingua inglese, presentati da attori professionisti madrelingua.

Ogni  spettacolo ,elaborato appositamente per i nostri studenti a seconda del livello di conoscenza della Lingua, si focalizza sull’analisi  delle funzioni linguistiche,  strutture grammaticali e aree semantiche.

L’obiettivo di questo progetto è  potenziare le  capacità di comprensione e produzione orale in campo linguistico per la L2.

Tra le offerte formative della Scuola Secondaria di Primo Grado Don Milani di Pecetto esiste il progetto di avviamento al Latino destinata alle classi terze, attività opzionale a carico delle famiglie e gestita dalle insegnanti della scuola.

Fornendo un approccio propedeutico al Latino, il progetto ha come obiettivi: far approfondire i fondamenti della Storia della Lingua Italiana , sviluppare le competenze linguistiche , potenziare le conoscenze in campo umanistico e costituire un supporto per il percorso scolastico successivo.

Obiettivo di questo progetto è promuovere l’attività sportiva fra gli studenti della scuola e favorire la partecipazione, sia ad alcune discipline dei Giochi Sportivi Studenteschi, sia alle competizioni sportive che coinvolgono altri istituti scolastici della zona.

Il progetto si svolge da molti anni alla scuola “Don Milani” con la finalità di far conoscere una disciplina di notevole valore educativo che si svolge in ambiente naturale e prevede lo sviluppo sia delle capacità fisiche sia di quelle intellettive. Obiettivo del progetto è far acquisire ai ragazzi la capacità di muoversi in ambiente aperto, imparando ad orientarsi con l’aiuto di mappe del territorio.

Con l’intervento di personale specializzato della C.R.I.  il progetto si propone di far conoscere agli studenti le nozioni di base del primo soccorso e le norme di comportamento da tenere in situazioni di emergenza.

La scelta della scuola secondaria di secondo grado costituisce un momento delicato. Arrivare pronti al primo appuntamento con il futuro è una scommessa che inizia il primo giorno della prima. Gli insegnanti sin da quel giorno osservano i loro ragazzi e ne scrutano le potenzialità e le difficoltà per poterli guidare ad acquisire consapevolezza sulle proprie capacità. In questo impegnativo compito i docenti sono affiancati da orientatori della Regione che in Seconda e in Terza incontrano i ragazzi per mostrare loro come seguire e dare forma alle loro inclinazioni attraverso la scelta della scuola giusta. Per prevenire la dispersione scolastica e l’abbandono degli studi è molto importante che alunni e genitori abbiano un panorama ampio per vagliare tutte le possibilità. Pertanto gli insegnanti di classe sono disponibili per incontrare i genitori, per consigliare i ragazzi, che nel periodo delle iscrizioni, vengono quotidianamente informati sulle date degli open days di tutti gli istituti di scuola secondaria, per fare esperienza diretta delle diverse realtà del territorio.

Trasformare i nostri ragazzi in forti lettori è un obiettivo tradizionalmente caro alla nostra scuola che da sempre dedica spazi e tempo alla narrativa italiana e straniera. La biblioteca ospita accanto ai “classici”, opere di autori contemporanei di narrativa, attenti alle tematiche più care ai giovani e ai valori educativi condivisi dagli insegnanti. Al fine di conoscere meglio le opere attraverso i loro autori, la scuola organizza incontri con autori italiani che promuovono i propri libri incontrando gli alunni per rispondere alle loro domande sulle storie lette, ma anche sulla genesi e i meccanismi della scrittura. Ne nascono momenti di incontro significativi per tutti: autori, giovani lettori e insegnanti. Esperienze forti che generalmente si fissano nelle menti accanto alle pagine più belle dei romanzi.

Un nuovo progetto che nasce dal desiderio di offrire un incontro alternativo con la geografia. La possibilità per i nostri ragazzi di conoscere, dalla voce dei protagonisti, storie di viaggi, di attività, di vite, in paesi lontani per mentalità e costumi, per distanza geografica o ideologica. Non una lezione frontale, ma uno scambio con giovani che vivono all’estero, coinvolti in esperienze di studio, lavoro, volontariato, mossi da quella curiosità e da quell’entusiasmo comune ai viaggiatori e ai giovani. Gli ospiti si rivolgeranno ai ragazzi alternando la lingua italiana, l’inglese e/o il francese e li coinvolgeranno in attività pratiche in piccoli gruppi, per un approccio più attivo e partecipativo.

La storia nella parola dei testimoni assume un suono diverso e un significato più vero. Esce dai libri e si imprime nelle giovani menti per la forza dell’esperienza. Il progetto prevede da anni la presenza di uomini e donne che abbiano vissuto in prima persona i fatti della nostra storia recente. Oggi, morti gli ultimi testimoni della Seconda Guerra Mondiale, sono i figli a continuare il lavoro dei padri, a ricostruire con foto, lettere, ricordi, un passato di tragedie e dolori. A creare nelle giovani menti  la memoria storica. Per non dimenticare. Per imparare dall’esempio di quelle persone ad apprezzare e a proteggere la libertà.

Due incontri a scuola con operatori  dell’accoglienza e con migranti per informare i ragazzi su  norme  che  regolamentano l’arrivo in Italia di genti da altre parti del mondo e per sensibilizzarli sulle problematiche connesse a tali  esodi.

Il teatro è una delle attività che rientra nell’offerta formativa della scuola media di Pecetto. La proposta coinvolge le prime classi  per 8 incontri di 2 moduli del lunedì pomeriggio. Il laboratorio teatrale ha come obiettivo  potenziare le capacità espressive e creative degli alunni favorendo la socializzazione; pertanto, questa attività, si connota come uno strumento educativo-didattico privilegiato per rispondere ai bisogni formativi prioritari per la crescita evolutiva.

Il laboratorio teatrale a scuola oltre a presentare ai partecipanti le tecniche teatrali di base si focalizza  sul modo in cui si svolgono le attività, per questo motivo, la rappresentazione finale non dipende solo ed esclusivamente  dalla qualità recitativa, ma si misura anche  sulla base del cammino di crescita e maturazione che lungo il processo laboratoriale ha interessato l’intero gruppo.

DON MILANI

INFORMAZIONI

ATTIVITÁ